domenica 15 maggio 2016

Ensaimadas


L'ensaimadas è un dolce tipico e originario dell'isola di Maiorca ma molto diffuso e conosciuto anche in Argentina.
Il suo impasto simile a quello di una brioche viene steso in uno strato molto sottile e cosparso di strutto, arrotolato e avvolto su se stesso fino a formare una spirale.
Io anziché usare lo strutto ho preferito spalmarlo con del burro ammorbidito e ridotto a crema.
La versione originale non prevede nessun tipo di ripieno anche se oggi se ne possono trovare farciti con crema pasticcera, panna montata o ripieni con il dulce de leche in Argentina.
La ricetta è di Maricruz Avalos Flores ma ho apportato alcune modifiche sulla quantità del lievito, la farina e come ho detto prima ho sostituito lo strutto con il burro.
Il risultato è stato un dolce soffice, umido all'interno e molto leggero dal sapore delicato di vaniglia e burro.  

Ingredienti per circa 12 pezzi
550 gr. di farina w280/300
125 ml. di latte
80 gr. di zucchero
125 ml. di acqua
100 gr. di uova
8 gr. di lievito di birra
1 cucchiaio di miele
1 bacca di vaniglia
15 ml. di olio di semi di girasole
3 gr. di sale

per la farcia
125 gr. di burro

per la rifinitura
1 tuorlo
1 cucchiaio di latte
zucchero a velo

Preparazione
Nella planetaria versare la farina setacciata, lo zucchero, il miele la polpa della vaniglia, il lievito e le uova.
Iniziare ad impastare versando l'acqua e il latte, unire il sale in un secondo momento e portare a completa incordatura.
Quando l'impasto risulterà liscio ed elastico aggiungere poco per volta l'olio facendo bene assorbire la dose prima di versare la successiva.
Riporre l'impasto in una ciotola leggermente unta, coprire con della pellicola e far lievitare fino al triplicare del suo volume iniziale.
Dividere la pasta in porzioni del peso di circa 80 gr. ciascuno, pirlare i pezzetti cercando di dargli una forma sferica e posizionarli su di un piano da lavoro leggermente unto, coprire con pellicola e far riposare per circa 60 minuti.
A questo punto stendere ogni pallina con l'aiuto di un matterello facendo uno sfoglia molto sottile dalla forma di un rettangolo.
Cospargere con il burro ridotto a crema e avvolgere su se stesso iniziando dal lato più lungo del rettangolo formando dei cilindri che andrete a posizionarli su di un piano da lavoro avendo cura di tenerli coperti con della pellicola.
Riprendere il cilindro che avrete formato per primo, che nel frattempo avrà riposato e cercare di allungarlo il più possibile, devono avere il diametro di circa 8 mm. 
Ho detto circa ....... non impazzite !!!
Avvolgerlo su se stesso come a formare una chiocciola e riporlo su una teglia rivestita di carta forno.
Procedere in questo modo per tutti i salsicciotti e posizionarli ben distanziati tra di loro.
Coprire con pellicola e far lievitare fino al raddoppio del volume.
Sbattere con una forchetta il tuorlo unito al latte e spennellare la superficie delle Ensaimadas.
Portare il forno alla temperatura di 160 ° e cuocere a fuoco ventilato per circa 30 minuti o fino a quando la superficie sarà dorata.
Far raffreddare su un gratella e una volta freddi cospargere con zucchero a velo.





5 commenti:

  1. Complimenti,da fare sicuramente

    RispondiElimina
  2. Complimenti ti sono venute davvero bene!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che meraviglia !!!! ,davvero mooolto invitante. Complimenti cara, un bacione e buon inzio settimana! Bacione Mirta

    RispondiElimina
  4. Ciao, sono arrivata al tuo blog tramite una meravigliosa foto su pinterest, ti scopro purtroppo solo adesso. Ho sfogliato un po' le tue ricette, mi piacciono molto le tue ricette. Queste ensaimadas sono davvero interessanti. Complimenti! Marta

    RispondiElimina