domenica 25 settembre 2016

Focaccia pommes de terre


Non l'avevo mai fatta, mi mancava !
E pensare che nel web l'ho vista ovunque ; la focaccia con le patate, un classico nella sua semplicità arricchita da qualche fettina di cipolla rossa e profumata con del rosmarino per dargli quell'aroma un po' pungente.
Nell'impasto ho utilizzato il latte di soja anziché il latte tradizionale perché  grazie alla presenza della lecitina rende l'impasto morbido e soffice.

Ingredienti per uno stampo da 32 cm.
500 gr. di farina tipo 1 240w
100 ml. di latte di soja
170 ml. di acqua
25 gr. di zucchero
13 gr. di sale
5 gr. di lievito di birra
2 patate medie
1 cipolla rossa
olive nere
rosmarino
olio evo

Preparazione
Riporre la farina setacciata nell' impastatrice, unire il latte, il lievito e lo zucchero, iniziare ad impastare con il gancio aggiungendo poco per volta l'acqua.
Unire il sale e portare ad incordatura versando l'ultima quantità di acqua rimasta.
Quando l'impasto risulterà liscio ed elastico riporlo in una ciotola leggermente unta e coperta con pellicola.
Riporre in frigorifero per 12 ore o fino al raddoppio.
Trascorso il tempo necessario riprendere l'impasto e rovesciarlo in una teglia unta con olio evo e  stendere con le mani senza stressare troppo la pasta.
Riporre la teglia per circa 1 ora in un luogo tiepido coperta con un canovaccio ( per me forno spento con luce accesa)
Nel frattempo tagliare la patata a fette spesse circa 3 mm.
In un pentolino portare l'acqua a bollore, tuffare le fette di patata e cuocerle per circa 3/4 minuti.
Scolarle e tenerle da parte.
Riprendere la teglia e cospargere la superficie della focaccia con le fettine di patata leggermente scottate, aggiungere qualche fetta di cipolla e profumare con del rosmarino, se volete potete anche mettere qualche oliva nera.
Cospargere con un filo d'olio evo ed infornare a 200 ° per 40/45 minuti.
Se la superficie tenderà a scurirsi troppo coprire con un foglio d'alluminio.



sabato 17 settembre 2016

Crostoni con pesto di rucola


Ultima ricettina estiva,  eh si.... pare che l'estate stia finendo ma io voglio lasciarvi ancora un idea fresca e veloce da preparare, per quelle volte che non si ha troppa voglia di stare ai fornelli ma anche una soluzione golosa per un aperitivo in giardino con gli amici.


Le dosi del pesto sono abbondanti perché io l'ho usato anche per condire la pasta



Ingredienti
per il pesto di rucola
100 gr. di rucola
100 gr. di parmigiano reggiano
50 gr. di pinoli
1 spicchio d'aglio
150 ml. di olio evo
sale

mozzarella
prosciutto crudo
pomodoro
pane casereccio

Preparazione
Preparare il pesto mettendo tutti gli ingredienti tranne l'olio in un mixer.
Azionare le lame a piccoli colpi e man mano aggiungere l'olio a filo fino ad ottenere un composto morbido, aggiustare di sale e mettere da parte.
A questo punto tostare le fette di pane su di una piastra ben calda e farle raffreddare.
Cosparegre sul pane circa 1 cucchiaio di pesto, le fette di mozzarella e quelle del pomodoro e per ultimo il prosciutto crudo.




domenica 28 agosto 2016

Cotoletta bolognese


La cotoletta bolognese è un piatto tradizionale e molto antico della cucina bolognese.
Si differenzia da quella milanese per il taglio di carne diverso; ovvero la costoletta di vitello ricavata dal carrè  e servita con l'osso, mentre per la versione bolognese si usa la fesa di vitello.
Impanate in uovo, pangrattato e fritte entrambe nel burro, ma la versione bolognese risulta più saporita e golosa perché ricoperta da prosciutto crudo e scaglie di parmigiano per poi essere sfumata con del brodo di carne.
Un alternativa più ricca e golosa che non ha nulla da invidiare alla milanese.

Ingredienti per 4 persone
4 fette di fesa di vitello
4 fette di prosciutto crudo 
scaglie di parmigiano reggiano
2 uova
150 ml. di brodo di carne
50 gr. di burro
farina 
pan grattato
sale

Preparazione
Sbattere le uova in una ciotola e aggiustare di sale.
Passare le fette di carne nella farina poi nell uovo sbattuto e per ultimo nel pangrattato ( se preferite la doppia panatura, ripetere l'operazione per 2 volte )
In una larga padella far sciogliere il burro, adagiarvi le fette di carne e far cuocere a fuoco moderato girando la fetta di carne solo quando sarà dorata uniformemente.
Prelevarle dalla padella e tamponare con un foglio di carta assorbente per toglier l'unto in eccesso.
Rivestire con il prosciutto le cotolette e cospargere con le scaglie di parmigiano, adagiarle di nuovo in padella e sfumare con il brodo stando attenti a non versarlo sopra la carne.
Chiudere con un coperchio e attendere fino a quando il formaggio si sarà sciolto.

Nota 
Quando si frigge con il burro è consigliato usare quello chiarificato perché più adatto alle elevate temperature e per ottenere una migliore consistenza della panatura.



domenica 21 agosto 2016

Tagliatelle al basilico con pomodoro fresco e ricotta salata



Le tagliatelle fatte in casa mi riportano sempre indietro ai ricordi del passato, a quando la mia nonna le preparava quasi tutti i giorni......... era bravissima !!
Ricordo ancora quel tagliere pieno di pasta ad asciugare e il profumo del sugo che sobbolliva sul fuoco.
I tempi sono cambiati e certe tradizioni si sono perse, il mattarello ha lasciato spazio alla tecnologia e adesso le persone che stendono la pasta a mano sono in via d'estinzione.
Avendo poco tempo a disposizione io la preparo molto di rado ma quando mi cimento la faccio rigorosamente come una volta, con il mattarello e la spianatoia perché rispetto alla macchina il risultato è nettamente migliore e la pasta risulta più ruvida e porosa ; caratteristiche tipiche e necessarie per trattenere al meglio il sugo.
Oltre che l'attrezzatura giusta,  bisogna avere lo spazio, un po' di manualità e usare olio di gomito... E siccome a noi le cose facili e sbrigative non piacciono, ogni volta si va di forza di braccia .
Quest'anno la mia cucina è stata sempre invasa dal profumo di basilico, che prontamente tengo fresco in bella vista come un mazzo di rose, preparo il pesto, ci profumo le insalate, le bruschette, la pasta ....... praticamente è presente ovunque !!!
Ho provato a metterlo tritato nell'impasto delle tagliatelle ottenendo così un risultato carino alla vista e soprattutto profumato che ho condito molto semplicemente con del pomodoro fresco saltato in padella e una spolverata di ricotta salata.

Provatele perché sono spaziali !!

Ingredienti per 4 persone

per le tagliatelle
300 gr. di farina 0
3 uova
30 gr. di basilico

per il condimento
250 gr. di pomodorini
1 spicchio d'aglio
ricotta salata
olio evo
sale

Preparazione
Sul piano da lavoro mettere la farina a fontana formando un incavo al centro, rompere le uova facendole cadere nell'incavo e aggiungere il basilico tritato finemente a coltello.
Sbattere leggermente con la forchetta incorporando man mano la farina.
Iniziare ad impastare energicamente con le mani fino ad ottenere un composto sodo.
Poiché la quantità di farina dipende molto dal grado di assorbimento e dalla grandezza delle uova, regolatevi voi usando più o meno farina.
Una volta pronto l'impasto che dovrà risultare morbido, formare una palla e farla riposare per 30 minuti coperta con un piatto.
Infarinare il piano da lavoro e iniziare a tirare la pasta con il mattarello fino a formare una sfoglia sottile, infarinando ogni tanto all'occorrenza.
Lasciare riposare 15 minuti la sfoglia per farla asciugare leggermente ma senza farla seccare.
Arrotolare la sfoglia e affettare ottenendo delle tagliatelle di circa 5 mm.
Distribuire la pasta su di un canovaccio infarinato e fare asciugare ulteriormente per altri 10 minuti.


Nel frattempo in una padella abbastanza capiente far soffriggere lo spicchio d'aglio con 2 cucchiai d'olio, buttare i pomodorini tagliati a metà, aggiustare di sale e far saltare in padella per circa 10 minuti o fino a quando il pomodoro sarà leggermente appassito.
Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle e versarle nella padella con il pomodoro.
Far saltare la pasta nel tegame fino a quando il condimento sarà ben amalgamato e servire con una generosa spolverata di ricotta salata