martedì 9 maggio 2017

Torta vegana con mele, pere e cioccolato


Si sa come io non ami i " dolci senza.... " però è anche vero che sempre più persone riscontrano intolleranze alimentari e per accontentare un po' tutti mi sono cimentata in questa torta che ho trovato per caso in rete proprio su questo sito.
Un dolce vegano adatto anche a chi sta seguendo un regime alimentare ipocalorico e a chi soffre di problemi inerenti alla glicemia.
Il risultato è stato davvero sorprendente, una torta ricca di sapore,leggera, morbida e molto golosa per la presenza di frutta e del cioccolato fondente.
Io personalmente la rifarò molte volte perché mi ha proprio conquistata, il suo diametro così ridotto fa sì che risulti perfetta per una colazione o una merenda leggera senza appesantirsi troppo.
Con l'asterisco ho segnato le modifiche che ho apportato alla ricetta originale 

Ingredienti per uno stampo da 18/20 cm.
50 gr. di farina integrale
*100 gr. di farina 00
*125 ml. di latte di soia
55 ml. olio di mais
80 gr. di zucchero di canna
1 bustina da 8 gr. di cremor tartaro
1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato
50 gr. di cioccolato fondente al 70 %
100 gr. di mele ( al netto dello scarto )
100 gr. di pere ( al netto dello scarto )

Preparazione
Ridurre a scaglie il cioccolato o in alternativa come ho fatto io potete anche usare le gocce.
Sbucciare la frutta e ridurla a cubetti 
In una ciotola versare tutti gli ingredienti secchi ( farina, zucchero, bicarbonato e cremor tartaro setacciati).
Versare a filo il latte mescolando con una frusta a mano, subito dopo unire l'olio e continuate a mescolare fino a quando il composto non sarà liscio, omogeneo e privo di grumi.
Aggiungere all'interno la frutta e il cioccolato a pezzetti tenendo però da parte una piccola quantità di ognuno che andrà messa in superficie alla fine.
Ungere con l'olio e infarinare bene lo stampo, versare il composto e cospargere ancora con i  pezzetti di frutta e cioccolato che avrete tenuto da parte.
Cuocere in forno statico a 180 ° per circa 30 minuti. ( tempi di cottura e temperature sono sempre indicativi perché possono variare a seconda dei forni ).
Estrarre la torta dallo stampo solo dopo il suo completo raffreddamento.




5 commenti:

  1. Sembra una vera golosità...altro che "senza"! Me la segno e spero di provarla prestissimo ;-))

    RispondiElimina
  2. Anche a me piace fare ogni tanto "senza", anche per alleggerire un pò il corpo. La tua torta sembra una vera coccola per il palato !

    RispondiElimina
  3. Chissà poi se tutti quelli che dicono di essere intolleranti hanno fatto tutte le analisi o se lo dicono poi solo perchè adesso fa anche tanto "moda"... Per fortuna non ho intolleranze (a parte i fagioli, ma intolleranza derivata da un intervento all'intestino fatto alcuni fa!!!), perchè so che chi ne soffre è davvero un problema serio.
    Molto interessante la tua torta, mi sono segnata anche il latte di mandorla in alternativa, visto che in casa ogni tanto gira.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Veramente golosa questa tua meraviglia e se poi è anche leggera evviva :-P
    Grazie x questa bella ricetta!!!

    RispondiElimina
  5. Un autentica golosità un ottimo esempio di mangiare vegano ma molto buono

    RispondiElimina