domenica 31 gennaio 2016

Il peposo dell' Impruneta


Il peposo è un classico della cucina toscana e della zona dell'Impruneta a sud di Firenze, famosa per l'artigianato in terracotta.
I fornacini che erano gli addetti alla cottura di mattoni nelle fornaci, usavano cuocere la carne in un tegame di terracotta insieme agli altri ingredienti per poi posizionarla all'imboccatura del forno facendola cuocere molto lentamente per diverse ore.
Era la prima volta che assaggiavo questa prelibatezza e ne sono rimasta estasiata dalla sua bontà, l'ho cucinato per pranzo e poi non contenta lo rifeci per cena. 
E' un piatto che si cucina da solo, con pochi ingredienti  ma che devono essere di ottima qualità, il procedimento è molto semplice,  la cottura rigorosamente nel tegame di terracotta deve essere lenta e a bassa temperatura, con  tempi  lunghi che vanno rispettati senza ricorrere a scorciatoie. 
Questo tipo di cottura è fondamentale per permettere al grasso di sciogliersi e rendere i bocconcini di carne ancora più teneri.
Il taglio di carne da usare è il muscolo di manzo che risulta molto colloso e adatto a lunghe cotture, e per finire un buon Chianti che intensifica il sapore della carne. 

Il risultato finale vi sorprenderà !!

Ingredienti
1 kg. di muscolo di manzo ( va bene anche il cappello del prete )
3 spicchi d'aglio
50gr. di concentrato di pomodoro
3 bicchieri di Chianti
1 cucchiaio di pepe in grani
1 cucchiaio di pepe macinato fresco
sale

Preparazione
In un tegame di terracotta mettere la carne tagliata a cubi come per lo spezzatino, l'aglio sbucciato, i grani di pepe e il pepe macinato.
Versare il concentrato di pomodoro diluito con un pochino d'acqua e il vino.
Aggiustare di sale e coprire con un coperchio.
Cuocere a fiamma bassa per circa 4 ore.
Trascorso il tempo necessario e quando la carne sarà morbida toglierla dal tegame e tenerla al caldo.
Continuare a cuocere il sughetto fino a restringerlo un po'.

P.S 
Io ho filtrato il liquido di cottura per togliere i residui di carne, riposto il tutto nel tegame ed aggiunto una noce di burro, ho fatto bollire fino a quando non è risultato denso.
Riposto la carne nel tegame e irrorata con il fondo di cottura.




1 commento:

  1. ho assaggiato anche io questo piatto in Toscana ed è vero, è fenomenale...segno la ricetta...grazie

    RispondiElimina