domenica 24 gennaio 2016

Il Migliaccio


Il Migliaccio è un dolce della tradizione campana, si prepara nel periodo di Carnevale e precisamente il Martedì grasso.
Essendo un dolce molto antico un tempo si preparava con la farina di miglio, da qui  il nome " Migliaccio "  sostituita poi ai giorni nostri dal semolino e per questo famoso anche come torta di semolino.
E' molto simile ad una polenta cotta al forno e come tutte le ricette di tradizione esistono diverse varianti che differiscono anche dal numero di uova usate, ricette arricchite da uvetta o canditi, oltre alle versioni anche salate 
Semplice da fare e composto da ingredienti molto genuini, il vero segreto per la riuscita di questo dolce è la ricotta, che deve essere freschissima, un ingrediente basilare  che conferisce una morbidezza e una consistenza compatta ma allo stesso tempo molto  umida, con un sapore fresco e profumato di agrumi.

Ingredienti per uno stampo da 24cm
500ml. di latte
500ml. di acqua
200gr. di semolino
50gr. di burro
300gr. di ricotta
4 uova
200gr. di zucchero
1 limone
1 arancia
1 bacca di vaniglia

Preparazione
Con l'aiuto di un pelapatate togliere la buccia agli agrumi e riporli in un tegame insieme al latte, l'acqua e il burro.
Accendere il fuoco e portare il tutto a bollore, a questo punto togliere le bucce e versare a pioggia il semolino continuando a girare con un cucchiaio e cuocendo per circa 5 minuti , fino a quando il composto si sarà rappreso.
Tenere da parte e far intiepidire.
Con le fruste elettriche montare le uova con lo zucchero e la polpa della bacca di vaniglia fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.
Aggiungere poco per volta la ricotta precedentemente setacciata e continuare a mescolare unendo per ultimo il composto di semolino, continuare a lavorare fino a quando non risulterà ben amalgamato e senza grumi.
Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera, versare il composto e livellare la superficie.
Cuocere a 180° per circa 50 minuti a forno statico.
Una volta che il dolce sarà completamente raffreddato, cospargere con zucchero a velo.







4 commenti:

  1. Quest'anno ho intenzione di farlo anche io il migliaccio per Carnevale. Lo feci anni fa, quando vivevo a Ferrara per far assaggiare all'ex un po' delle specialità napoletane di questo periodo :) Ora che lo vedo mi hai messo voglia di rifarlo subito :)

    RispondiElimina
  2. non ho mai assaggiato questa torta, e dovrei sopperire proprio a questa mancanza...

    RispondiElimina