mercoledì 6 maggio 2015

Millefoglie palermitana


Quando le vidi per la prima volta fu qui, ma le potete trovare anche qui, con ulteriori approfondimenti.
Da subito pensai ad un impasto sfogliato ma contrariamente a quello che si pensa "la millefoglie palermitana" di sfogliato non ha nulla,è un dolce lievitato da colazione molto antico e diffuso nei forni di Palermo.
Da appassionata di lievitati è inutile dirvi dove mi andarono gli occhi, non potevo assolutamente resistere e siccome in casa mia, burro, latte e farina non mancano mai l'ho provata immediatamente.
E' inutile dirvi quanto sono buone !!

Ingredienti per circa 5 porzioni
500gr. di farina w 300
50gr. di strutto ( io ho sostituito con il burro)
50gr. di zucchero
9gr. di sale
5gr. di lievito di birra
85gr. di acqua
250gr. di latte
1/2 cucchiaio di olio d'oliva
per la farcitura
20gr. di burro fuso
uvetta sultanina q.b
per la rifinitura
confettura di albicocche
zucchero semolato

Preparazione
Iniziare miscelando 250gr. di farina, il latte e il lievito.
Far riposare coperto con un canovaccio per circa 90 minuti.
Continuare ad impastare inserendo inizialmente tanta farina quanta ne serve per rendere l'impasto consistente, poi aggiungere il sale e  continuando ad impastare aggiungere acqua, zucchero e farina in tre volte, facendo incordare ad ogni inserimento.
Aggiungere il burro morbido poco per volta facendo ben assorbire la dose prima di introdurre quella successiva, per ultimo inserire l'olio.
Versare l'impasto su di un piano da lavoro leggermente unto e finire di lavorare con le mani, cercando di dare una forma rotonda ( in gergo si chiama pirlatura)
Riporre in un contenitore, coprire con pellicola e far riposare a temperatura ambiente ( 20° circa)per un ora.
Riporre l'impasto in frigorifero per un tempo che va dalle 9 alle 12 ore, fino al suo raddoppio.
Trascorso il tempo necessario far acclimatare fuori dal frigorifero per un ora.
Ribaltare l'impasto su di un piano da lavoro leggermente infarinato, sgonfiarlo con le mani  e stendere con un matterello fino a formare un rettangolo.
Con un pennello ungere la pasta con il burro fuso fatto intiepidire e cospargere con l'uvetta sultanina.
Arrotolare l'impasto aiutandovi con le mani fino ad ottenere un cilindro.
Tagliare delle fette larghe 3 cm. così facendo avrete ottenuto delle girelle, prenderne una con due mani e allungarla.
Appoggiare su di una teglia rivestita di carta forno, fare lo stesso con un altra girella allungandola allo stesso modo e sovrapporla a quella precedente dando una forma ad X.
Coprire le teglie dove avrete riposto le brioche con pellicola e far lievitare fino al raddoppio.
Cuocere in forno ventilato alla temperatura di 170°/180°. per circa 10 minuti o fino a colorazione.
Quando saranno fredde spennellare con confettura di albicocche leggermente diluita con poca acqua ( quanto basta per rendere fluida la confettura) e cospargere con zucchero semolato.




6 commenti:

  1. non conoscevo questo dolce...ma è libidinoso!!! Sto organizzando un contest sui lievitati, se ti va di partecipare passa a dare un'occhiata questa millefoglie sarebbe perfetta!
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  2. Una vera golosità questo dolce. Che voglia !!!

    RispondiElimina
  3. Mai visto prima, ma mi incuriosisce molto ^_^ Una nuova forma alla colazione, mi piace!!!!!!!!!! :D

    RispondiElimina
  4. wow che meraviglia, complimenti davvero...son perfetti!!

    RispondiElimina
  5. deve essere super buona.....

    RispondiElimina
  6. Hanno una forma deliziosa ed immagino che buone.

    RispondiElimina