mercoledì 17 dicembre 2014

Kugelhupf


Il Gugelhupf, Kugelhupf, kouglof o come caspiterina si chiama è un dolce alsaziano e della Germania meridionale, alcune fonti dicono anche che sia diffuso in Austria e in Svizzera.
Ad accomunarlo nelle varie regioni è sempre comunque la forma tipica a turbante, è un dolce lievitato di tradizione natalizia, ed è una via di mezzo tra una ciambella, brioche e un panettone.
In rete se ne trovano di svariate, a voi scoprire la migliore.

ricetta Andrea Aiello

Ingredienti
biga
100gr. di farina w400
45gr. di acqua
1gr. di lievito
impasto
tutta la biga
400gr. di farina w400
120gr. di uova
110gr. di zucchero
170gr. di burro
130gr. di latte
50gr. di Brendy
80gr. di uvetta sultanina
1/2 bacca di vaniglia
2gr. di lievito
2gr. di sale
zeste d'arancia
mandorle a lamelle
zucchero a velo q.b

Preparazione
Preparare la biga e farla riposare a 20° dalle 18 alle 24 ore.
Trascorso il tempo necessario, mezz'ora prima di preparare l'impasto, mettere a bagno l'uvetta nel brandy.
Mettere in planetaria la biga, la farina, le uova, lo zucchero, i semini della vaniglia, lo zeste d'arancia e il lievito.
Iniziare ad impastare aggiungendo man mano il latte e in un secondo momento unire anche il sale ( che facilità il formarsi della maglia glutinica)
Quando l'impasto risulterà liscio ed elastico, aggiungere poco per volta il burro che dovrà essere molto morbido.
Mi raccomando non aggiungete la dose successiva di burro, fino a quando l'impasto non avrà assorbito completamente quella precedente.
Per ultimo unite l'uvetta ben strizzata.
Capovolgete l'impasto su di un piano da lavoro e date la forma di una palla.
Imburrate lo stampo e adagiate le mandorle sul fondo.
Ponete al suo interno l'impasto praticando un buco in mezzo e portate a lievitazione alla temperatura di 28° circa ( forno spento con lucina accesa) tenendolo coperto con pellicola.
Quando il composto raggiunge il bordo dello stampo, infornare a 180° per circa 30 minuti
Posizionate lo stampo nella parte medio / bassa e controllare che non si bruci, nel caso aprire leggermente il forno e posizionare sopra un foglio di carta d'alluminio.
Fare intiepidire lo stampo e poi sformarlo, al suo completo raffreddamento cospargere con zucchero a velo.




7 commenti:

  1. Molto bello, soffice e gustoso ! Buona notte !

    RispondiElimina
  2. questo dolce ha mille nomi come mille varianti ed io le amo scoprire tutte bellissimo

    RispondiElimina
  3. Fantastico, cosa darei per assaggiarlo!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Non l'ho mai assaggiato ne tanto meno saputo pronunciare (difatti prima in lettura la lingua andava per conto suo eeeee il mio tedesco scolastico ormai è defunto), però sarei curioa di sapere com'è la consistenza....ma quest'anno sebbene abbia la mia Pasta Madre vegeta e poco viva, non riesco a cimentarmi come vorrei ai lievitati, che non sia pane o grissini, forse il Natale prossimo....però gongolo a vedere la tua....

    RispondiElimina
  5. ottima preparazione e riuscita ma le tue foto sono strabilianti complimenti

    RispondiElimina
  6. Bello bellissimo!!!!! E pure stra buonissimo...lo so! Lo conosco...il tuo è perfetto e foto davvero meravigliose!!!
    Un grande bacio bellezza!!
    Ila

    RispondiElimina