lunedì 18 agosto 2014

Zaleti


Adoro le cose di un tempo, semplici e caserecce, vissute, che hanno una storia da raccontare.
Nati per essere affogati  in un buon bicchiere di vino dolce, gli zaleti sono biscotti antichi della tradizione veneta, ricchi di sapore e dalla consistenza ruvida, contadina.
La farina gialla è l'ingredienti basilare con l'aggiunta di pinoli e uvetta che fanno capolino tra la pasta di colore giallo intenso.
Così buoni e golosi da essere ricordati anche da Pellegrino Artusi che li chiamava " Gialletti " 
Come tutte le ricette antiche di tradizione ogni casa ha la sua variante negli ingredienti e nella forma, chi li taglia a losanghe, chi a bastoncino o chi di forma ovale.
L'importante non è la forma ma la sostanza,  quindi ......... fateli come vi pare !!!
La mia versione è quella trovata sulla rivista Cucina Italiana.

INGREDIENTI per circa 20 biscotti
150gr. di farina 00
150gr. di farina di mais precotta ( per intenderci quella istantanea)
150gr. di burro
100gr. di uvetta
100gr. di zucchero semolato
40gr. di pinoli
3 tuorli
1/2 bacca di vaniglia
la buccia di 1 limone
la punta di un cucchiaino di lievito per dolci
grappa q.b
sale

PREPARAZIONE
Con una frusta a mano sbattere i tuorli con lo zucchero, fino a quando quest'ultimo non si sarà sciolto.
In un'altra ciotola miscelare le due farine, aggiungendo un pizzico di sale, il lievito, la vaniglia e la scorza grattugiata del limone.
Aggiungere il burro fuso ancora tiepido e amalgamare bene con un cucchiaio.
Versare sulle farine i tuorli sbattuti, aggiungendo l'uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida con un po' di grappa a piacere e per ultimo i pinoli.
Stendere l'impasto che rimane piuttosto morbido, su di un piano infarinato e tagliarlo ( nel mio caso ) a losanghe.
Disporre i biscotti su di una teglia rivestita di carta forno e infornare a circa 170/180 °
per circa 12 minuti.


10 commenti:

  1. Mi piacciono un sacco i dolci alla "polenta", rustici e buonissimi. Brava!

    RispondiElimina
  2. Non li ho mai provati questi! Me li segno subito, adoro i sapori di una volta... p.s. complimenti per la foto, stupenda!

    RispondiElimina
  3. Anch'io me li segno perché adoro i biscotti con la farina gialla! E i tuoi sono proprio bellissimi! Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Questi biscottini rustici devono avere un sapore buonissimoooo! Adoro questo genere di preparazioni tradizionali e genuine...e...che bella foto!!!
    Un bacione!
    Ila

    RispondiElimina
  5. Devono essere deliziosi!!!
    mi piace usare la farina gialla nei dolci :-P
    baciotti ^__^

    RispondiElimina
  6. li ho fatti una volta a losanghe, ma hai ragione, sono così rustici e caserecci che la forma è irrilevante.

    RispondiElimina
  7. Anche io sono attratta tra le varie dalle ricette che hanno una storia..che si sono tramandate nel tempo con le proprie varianti.. Devono essere buonissimi in questa versione.. :)
    A presto,
    Barbara

    RispondiElimina
  8. anche questo mi propongo di farli e poi rimando,che belli,grazie cara

    RispondiElimina
  9. Devono essere deliziosi! E belli rustici con la farina gialla dentro...mmmn davvero buoni :)

    RispondiElimina
  10. E sono buoni si! li conosco bene ho una ricetta molto simile a questa che pubblicherò a breve.
    Vivo molto vicino a Venezia dove sono conosciutissimi e insieme a bussolà si trovano ovunque.
    I tuoi sono bellissimi e buoni di sicuro!
    buon fine setimana Chiara! a presto

    RispondiElimina