sabato 11 maggio 2013

Erbazzone


L'erbazzone è una torta salata, chiamata anche scarpazzone, il nome allude al fatto che un tempo per prepararlo si utilizzava tutta la bietola, compresa la parte bianca del gambo, chiamata " scarpa".
Il ripieno è racchiuso in un guscio di pasta condita con lo strutto, che oggi si usa sostituire anche con la sfoglia.
Specialità di Reggio Emilia, è diffusa in realtà in tutta la regione, con le sue molteplici varianti nel ripieno, a patto che bietole o erbette, insieme al parmigiano, siano presenti.
Io ho voluto fare la pasta come un tempo, ovvero con lo strutto e devo dire che il risultato è stato eccellente.

INGREDIENTI:
1,5kg. di bietole pulite
400gr.di farina 0
300gr.di cipollotti
200gr.di pancetta
100gr.di parmigiano reggiano
70gr.di strutto
1 mazzetto di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
sale e pepe

PREPARAZIONE:
Impastare la farina con circa 200gr.di acqua tiepida, un pizzico di sale, 50gr.di strutto, e lavorare fino ad ottenere un panetto morbido.
Lasciarlo riposare e, intanto mondare le bietole e lessarle in una pentola con poca acqua salata.
Scolarle, lasciarle intiepidire, strizzarle e tagliuzzarle a pezzetti.
Tritare i cipollotti, compresa la parte verde.
Tritare anche un ciuffo di prezzemolo con la pancetta e l'aglio.
Rosolare in padella la pancetta,i cipollotti e il prezzemolo con l'aglio.
Spegnere il fuoco quando il soffritto comincia ad imbiondirsi, ed unire le bietole, il parmigiano, sale e pepe; impastare il tutto con le mani per amalgamare bene e ottenere un ripieno omogeneo.
Stendere 2/3 della pasta e con essa foderare una teglia di 30/32 cm. di diametro unta precedentemente con lo strutto, lasciando debordare la pasta di circa 2 cm.
Riempire la torta con il ripieno, stendere la pasta rimasta in una sfoglia più sottile e coprire la torta, rifilando gli eccessi.
Rimboccare verso l'interno la pasta debordante, bucherellare la superficie, ungerla con lo strutto rimasto e infornare a 200° per 30 minuti






7 commenti:

  1. lo adoro.. golosissima la tua versione!!

    RispondiElimina
  2. golosissima,ne prendo una fettina!

    RispondiElimina
  3. decisamente adorabile, mi piace la pasta fatta come una volta, immagino sia molto saporita con lo strutto!!! un bacio

    RispondiElimina
  4. qui a Napoli in questo modo prepariamo la pizza di scarole, dovrò provare questa versione con le bietole!!
    a presto nahomi

    RispondiElimina
  5. Buonissimo! Lo faccio spesso anche io ;)

    RispondiElimina
  6. ti rubo la fetta, è troppo buono! ^_^

    RispondiElimina